Seleziona una lingua:
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Français
  • Español
  • Русский
[*] default_caption_text
[*] default_caption_text
[*] default_caption_text
[*] default_caption_text
[*] default_caption_text
[*] default_caption_text

Foresti a Venezia

I Russi a Venezia
I Russi a Venezia
Passeggiando tra le calli di Venezia si ripercorrono i luoghi frequentati dai più famosi personaggi russi a Venezia: Ciajkovskij, che qui ha composto la IV sinfonia, Aleksander Trubetskoj, proprietario per un periodo della Cà d’Oro, Iosip Brodskij, con la sua “Fondamenta degli Incurabili”, i caffè e i ristoranti da lui più amati ed infine il cimitero sull’isola di San Michele, dove sono sepolti, oltre a Brodskij, anche Djaghilev e Stravinskij.
Gli Armeni a Venezia
Gli Armeni a Venezia
La Repubblica Serenissima è stata partner privilegiato degli Armeni fin dal Medioevo.
La storia di queste secolari intense relazioni può essere ripercorsa visitandone i luoghi: la chiesa di Santa Croce, l’imponente palazzo Ca’ Zenobio ed infine l’isola di San Lazzaro degli Armeni, con la sua ricca collezione di dipinti e di manoscritti antichi.
Il Ghetto
Il Ghetto
Nel 1516 il Governo della Repubblica di Venezia assegnava agli Ebrei un luogo di residenza forzata: veniva così inaugurato il primo Ghetto della storia.
Segregata ma anche protetta da attacchi esterni, sul suo “isolotto” la comunità ebraica ha costruito, oltre alle proprie abitazioni, le sue sinagoghe, tuttora visitabili.
Greci e Dalmati
Greci e Dalmati
Le comunità greca e dalmata, con le quali la Repubblica di Venezia ha sempre intrattenuto relazioni commerciali, hanno lasciato a Venezia nelle zone di insediamento delle relative popolazioni importanti testimonianze della propria cultura: la chiesa ortodossa di San Giorgio dei Greci, la collezione di icone bizantine e la Scuola di San Giorgio degli Schiavoni con i capolavori di Vittore Carpaccio.